Abbiamo rischiato di non fondare Google

Jessica

Costantino Pinelli / Spring Marketing
2019-09-13 11:30:00


Social media communication

Voglio sfatare il mito secondo cui l’originalità richiederebbe di correre rischi estremi, e convincervi che le persone originali sono in realtà molto più ordinarie di quanto pensiamo. In ogni ambito, dal business alla politica e dalle scienze alle arti, le persone cambiano il mondo con idee originali sono raramente fulgidi esempi di convinzione e impegno. Quando si oppongono alle tradizioni e allo status quo possono apparire audaci e sicure di sé, in superficie.

Ma scavando più a fondo si scopre che anche loro hanno paura, si sentono indecisi e dubitano di se stessi. Li consideriamo intraprendenti, ma i loro sforzi sono spesso alimentati e a volte imposti dagli altri. E per quanto sembrino amare il rischio, in realtà preferiscono evitarlo.


In uno studio affascinante, i ricercatori di management Joseph Raffiee e Jie Feng hanno posto una domanda semplice: quando si fonda un’azienda, è meglio tenersi il lavoro che si ha o è meglio licenziarsi?


Dal 1994 al 2008 hanno seguito un gruppo di oltre cinquemila persone, rappresentative della popolazione americana, dai venti ai sessant’anni, che sono diventate imprenditori. Il fatto che queste persone si licenziassero o no non dipendeva da esigenze economiche; gli individui con un alto reddito familiare o stipendi elevati non avevano più o meno probabilità di licenziarsi e diventare imprenditori a tempo pieno.
Un sondaggio ha mostrato che quelli che decidevano di tuffarsi erano persone portate al rischio e che nutrivano molta fiducia in se stesse. Gli imprenditori che giocavano sul sicuro, fondando le loro aziende mentre continuavano a lavorare, erano molto più avversi al rischio e più insicuri.
Se ragionate come la maggioranza delle persone, potrete prevedere un chiaro vantaggio per gli imprenditori disposti a rischiare. Invece lo studio dava il risultato opposto: imprenditori che continuavano a lavorare da dipendenti avevano una probabilità di fallire inferiore del 33 per cento a quelli che si licenziavano. *



Se siete avversi al rischio e nutrite qualche dubbio sulla fattibilità delle vostre idee, è probabile che la vostra azienda sia destinata a essere longeva.


Se vi piacciono le scommesse rischiose, la vostra startup sarà molto fragile.


Social media communication

Dopo aver inventato il computer Apple I, Steve Wozniak fondò l’azienda con Steve Jobs nel 1976 ma continuò a lavorare a tempo pieno come progettista in Hewlett-Packard fino al 1977.**

Social media communication

E benché i fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin avessero scoperto nel 1996 come migliorare drasticamente la ricerca su Internet, non hanno interrotto gli studi a Stanford fino al 1998. "Abbiamo rischiato di non fondare Google", racconta Page, "perché ci spaventava troppo l’idea di interrompere il dottorato." Nel 1997, temendo il loro nuovo motore di ricerca li distraesse dallo studio, hanno cercato di venderlo per meno di due milioni di dollari in contanti e azioni. Per loro fortuna il potenziale acquirente ha rifiutato l’offerta.***


Non solo gli imprenditori a conservare un impiego a tempo pieno: anche alcuni artisti molto noti hanno continuato a lavorare o a studiare anche dopo aver raggiunto il successo.

Brian May era a metà di un dottorato in astrofisica quando ha iniziato a suonare la chitarra in una nuova band ma ha smesso di studiare solo vari anni dopo, per dedicarsi interamente ai Queen. Poco dopo ha composto "We Will Rock You."

Social media communication

Il premio Grammy John Legend ha pubblicato il primo album nel 2000 ma ha continuato a lavorare come consulente di management fino al 2002, preparando presentazioni in Powerpoint di giorno ed esibendosi di sera.****

Social media communication

Il maestro del thriller Stephen King ha lavorato come insegnante, custode e benzinaio per sette anni dopo aver scritto il primo racconto, e ha smesso di lavorare solo un anno dopo la pubblicazione del primo romanzo, Carrie. *****

Perché hanno scelto di andare sul sicuro anziché rischiare il tutto per tutto? Lo vedremo, nei prossimi articoli...





Note * Joseph Raffiee e Jie Feng, "Should I Quit My Day Job? A Hybrid Path to Entrepreneurship", Academy of Management journal 57 (2014): 936-63.
** Jessica Livingston, Founders at Work: Stories of Startups’ Early Days, Apress, Berkeley, CA 2007.
*** Conversazioni con Larry Page, 15 e 16 settembre 2014, e "Larry Page’s University of Michigan Commencement Address", 2 maggio 2009; Google Investor Relations.
**** Tiffany McGee, "5 Reasons Why John Legend is No Ordinary Pop Star", People, 6 novembre 2006; "Sin ger/Songwriter John Legend Got Early Start", USA Today, 28 luglio 2005; John Legend "All in love" Huffington Post, 20 Maggio 2014.
*****Lucas Reilly, "How Stephen King saved ‘Carrie’ and Lauched His Career, Mental Floss, 17 ottobre 2013. 

Vuoi migliorare il tuo Business?