Il nuovo mantra dell'ospitalità è 'clean'. Da Airbnb a Marriott si alzano gli standard per proteggere viaggiatori e ospiti

Jessica

Costantino Pinelli / Spring Marketing
29-04-2020 11:30:00


Social media communication

L'emergenza sanitaria ha spostato l'attenzione delle persone da 'natural' e 'green' a 'clean' come hanno segnalato di recente Nielsen ed Euromonitor. Così anche l'industria dell'ospitalità si adegua in vista di un new normal che sarà all'insegna di protocolli di pulizia sviluppati con esperti di igiene.
I primi ad annunciare nuove iniziative in tema di più alti standard di pulizia sono stati Airbnb, Hilton e Marriott.

LA PIATTAFORMA DI CONDIVISIONE ha lanciato un programma avanzato con l'aiuto dell'ex responsabile del Naional Health statunitense Vivek Murthy e la collaborazione dei principali esperti nel settore dell'ospitalità e dell'igiene medica per supportare la community di host. Il primo passo è il protocollo di pulizia e sanificazione nel settore dell'home sharing che partirà in maggio e includerà procedure migliorare e linee guida per pulire ogni stanza di un alloggio insieme con un programma di apprendimento e certificazione dedicato agli host, con informazioni specifiche sulla prevenzione del covid-19. Se gli host non sono in grado di provvedere da sé, allora scatta la modalità 'Booking Buffer' che allunga i tempi tra un soggiorno e il successivo. “Gli alloggi sono diventati un luogo di rifugio, e il futuro dei viaggi si baserà anche su una nuova comfort zone che dia la privacy e i vantaggi di una casa lontano da casa, senza affollamenti o cambi di ospiti troppo frequenti. Stiamo lavorando con i principali esperti in materia di salute e igiene affinché l’ospitalità per cui la nostra community è nota possa incorporare le linee guida ufficiali e soddisfare le nuove preferenze personali. A tal fine, gli host e gli ospiti si uniscono per offrire, gestire e godere di alloggi più puliti”, ha dichiarato Greg Greeley, Presidente della divisione alloggi di Airbnb, sottolineando come a fine marzo 2020 il numero di prenotazioni con almeno 6 mesi d'anticipo era maggiore rispetto allo stesso periodo 2019.

Social media communication

ANCHE HILTON ha definito un nuovo standard per la pulizia degli hotel lavorando con RB, produttore di Lysol e Dettol, e un consulente della Mayo Clinic per sviluppare un programma di training degli addetti. Battezzato Hilton CleanStay with Lysol, almeno in Usa, il programma ha l'obiettivo di rendere ancora più visibile agli ospiti la pulizia delle oltre 6mila proprietà nelle 18 brand del gruppo. RB, dal canto suo, invierà un gruppo di esperti mentre la catena si impegna a utilizzere innovative tecnologie di disinfezione.

Social media communication

MARRIOTT INTERNATIONAL ha lanciato invece un Global Cleanliness Council per promuovere più alti standard di pulizia adeguati al post emergenza sanitaria e una nuova piattaforma di misure di sicurezza per ospiti e team. Il Council è presieduto da Ray Bennett, Chief Global Officer, Global Operations di Marriott International, e conta su esperti interni ed esterni e un advisory board composto da professionisti di diverse discipline. Come Hilton, si punta sulle nuove tecnologie che saranno sperimentate nei prossimi mesi, a cominciare dagli spray elettrostatici raccomandati da CDC e OMS che sono in grado di pulire e disinfettare rapidamente intere aree fino all'incoraggiamento nell'uso degli smartphone per chek-in e check-out, accesso alle camere, ordini e richieste speciali.

Social media communication

Collabora con Spring per Trovare i Clienti Giusti

Con la nostra Strategia Marketing, Puoi Raggiungere Più Clienti Pertinenti per la Tua Attività!
Inoltre, Ti Aiuteremo a Migliorare Gradualmente La Tua Pubblicità per raggiungere i Tuoi Obiettivi